Blog

WebMarketing per Società

Web Marketing per Società

Ogni giorno decine di manager, impiegati e liberi professionisti esplorano internet (soprattutto tramite Google) alla ricerca del migliore (per loro) WebMarketing per Società.

Si tratta di società di ogni genere: dalla piccola partita IVA, attraverso le SNC, le SAS, passando dalle recenti SRLS, dalle loro sorelle maggiori SRL ed infine le SPA. A tutte può far comodo, in diversa misura e maniera, il webmarketing per società: basta capire in che maniera.
Cosa caratterizza ogni ricerca? L’eterna ricerca del giusto equilibrio tra necessità e budget: ovvio, tutti vorrebbero essere al numero 1 su Google (provato a cercare? Visto chi c’è?) spendendo il minimo possibile e sono in tanti ogni giorno ancora ci chiedono di fare miracoli ma… siamo seri!
Milton Friedman non esistono pasti gratisNon esistono pasti gratis” sosteneva Milton Friedman (Premio Nobel per l’Economia) per indicare che uno dei principi fondamentali dell’Economia, quello del costo-opportunità, vale a dire che quel che viene pubblicitariamente indicato come “gratis” in realtà nasconde sempre un costo: qui, invece, la useremo per spiegarvi che non dovete seguire mirabolanti frasi ad effetto ma solide realtà. La pubblicità costa anche su internet ma la differenza sta nell’ottimizzazione dell’investimento a riguardo. Alla fin fine quello che vi dovrete chiedere sarà il “costo per cliente”, non altro.

Il giusto budget

pubblicità d'altri tempiCosa determina il giusto budget da investire per il WebMarketing per Società? La risposta è elementare: il vostro portafogli in primis e, soprattutto, dove volete arrivare.
Un aspetto è legato inscindibilmente all’altro: non puoi sperare di arrivare in cima alla montagna se non hai sufficiente forza… scoppierai prima di intravedere la vetta!
Per essere pragmatici dovete innanzi tutto capire che il web è l’equivalente (elevato all’ennesima potenza) della pubblicità tradizionale, quella che fino alla generazione precedente era relegata sui giornali (risale addirittura ad inizio ‘600), agli eventi (un secolo dopo), alle affissioni (i manifesti pubblicitari sono di fine ‘800, anche se scritte pubblicitarie sono state rinvenute anche a Pompei nel 79 d.C.) , sui volantini (fine 1400), sui giornali (è del 1630 il primo annuncio), nella posta, sul passaparola, in radio, in televisione (che in Italia ebbe inizio nel dopoguerra e sfolgorò con l’avvento delle televisioni commerciali), non dimentichiamoci del Televideo, al cinema, al telefono (ma quanto ci divertono le telefonate ad ogni ora di ogni giorno? Diremmo… poco.), a vari mezzi (tram, autobus, tir, treni, aerei, navi, ecc.) e… finalmente internet!

Lo sapevate che…

Una curiosità: mentre il termine italiano “pubblicità” deriva dal “rendere noto al pubblico” qualcosa, per il termine inglese “advertising” dobbiamo risalire… ancora ad un termine nostrano. Deriva infatti dal latino ad-vertere, ossia “andare verso”: verso il possibile cliente.

La differenza in 10 punti: i primi 5…

Cosa differenzia il WebMarketing per Società da altre forme di pubblicità?
1) Innanzi tutto l’economicità. Su Google, ad esempio, ma avremmo potuto anche parlare di facebook, possiamo intraprendere un’attività pubblicitaria anche con pochi euro, cosa impossibile con gli altri mezzi pubblicitari.
2) La velocità: in pochi minuti possiamo avviare una pubblicità online ed ovviamente non si può dire lo stesso.
3) La precisione: possiamo andare ad interessare esattamente il pubblico che ci interessa, i nostri potenziali clienti di servizi o prodotti che siano. E lo potremo fare esattamente nei giorni e nelle ore che ci interessa.
4) La misurabilità: chi altri può indicare come è stato speso ogni singolo centesimo della somma investita? E’ un segreto… La sua misurabilità ci permette di capire in breve tempo se l’investimento rende o meno, il famoso Ritorno sull’Investimento (l’imprescindibile ROI del nostro logo): se non si guadagna perché continuare ad investire? Ebbene, certi media vi chiedono subito grossi investimenti e soprattutto vi bloccano il capitale che, come avrete ben capito, avreste potuto investire sul web.
5) L’immaterialità: è digitale, c’è solo sui monitor: del computer, dei tablet, della vostra Smart TV ma soprattutto del vostro telefonino! Certo, perché siete sempre (o quasi sempre) con lui.

…e gli ultimi 5.

6) La diffusione: vi segue ovunque c’è campo. Quindi quasi dappertutto. Inoltre, dalla vostra sede potete pubblicizzare nel vostro comune, allargarvi alla provincia, estenderci alla regione, pensare al nazionale, esagerare con stati in cui esportate (o vorreste tanto farlo) ed infine… invadere tutto il Mondo!
7) E’ dinamico: da statico (prima testuale, poi i primi banner ad enormi pixel) è diventato dinamico proprio per la natura dei link, il famoso testo ipertestuale che rimanda da una parte all’altra del web, la grande ragnatela mondiale. Nel tempo sono arrivate le animazioni, poi i video ed infine la realtà aumentata: tramite degli specifici occhiali è possibile vedere dei contributi che aumentano la realtà effettiva, anche con pubblicità.
8) Diversificato: il web non è solo un motore di ricerca, anzi! Ci sono i Social Network (non storcete il naso: non sapete dove si “nascondono” i vostri clienti e poi ci sono anche quelli per soli professionisti, nel caso il vostro target fosse lì), una miriade di siti (dai più generalisti a quelli più specifici), le email, le app di messaggistica (certo, anche quelle viaggiano su internet), ecc.
9) E-commerce: Amazon è solo l’ultimo – ad oggi il più grande, almeno in Occidente – fenomeno di commercio elettronico ma ce ne sono a migliaia in ogni parte del mondo: conoscete Alibaba? E’ il suo equivalente cinese: fondamentale se vorrete vendere in Oriente.
10) La praticità, infine, per fare qualsiasi cosa vogliate: il sistema è facile e consiste nel contattarci e farvi spiegare cosa può fare il web per voi in parole semplici e con degli esempi pratici.

Voi siete importanti

Quando investirete in WebMarketing lo farete considerando alcuni aspetti fondamentali tra cui la vostra importanza: certo, perché internet – se opportunamente impostato – può portarvi i migliori prospect, ma se voi non concluderete, non avrete clienti. Sarete proprio e solo voi a dover concludere la vendita, in una maniera o nell’altra: facciamo l’esempio di una pubblicità su Google tramite cui identifichiamo il vostro cliente ideale e le keywords che questi utilizza per cercare i servizi di una società come la vostra.
Noi, che abbiamo studiato insieme a voi le keywords più efficaci ed i testi migliori per far capire ad ogni persona interessata l’efficacia del vostro servizio, faremo in modo che questa vi contatti ma… da lì in poi sarete voi a condurre la danza della vendita! Siete bravi ballerini? Bene, avrete un cliente in più. Al telefono siete imbarazzati, non sapete argomentare di persona, ed il vostro servizio non sembra così attraente? Otterrete il risultato contrario.

Idee chiare sin dall’inizio

Web Marketing per Società: voi siete importantiQuindi, partite con le idee chiare sin da subito, iniziando il discorso della vendita e testatene l’efficacia: all’inizio non sarà il migliore, ma strada facendo – fallimento dopo fallimento (certo, perché nessuno nasce “imparato”, benché ci siano come sempre individui con migliori attitudini alla vendita) – ascoltando le obiezioni dei vostri prospect e trovando risposte sempre più efficaci otterrete un buono script di vendita.
Tutto questo, ovviamente, sempre e solo che il vostro servizio o prodotto abbia un Mercato, altrimenti sarete anche il miglior incantatore di clienti ma il vostro sforzo non avrà alcuna efficacia.
In seguito potremo fare altri discorsi sulla filiera, vale a dire curare ogni singolo aspetto che porta dall’interesse del cliente alla vendita del vostro servizio, in modo da analizzare ogni singolo frame del WebMarketing affinché la vostra Società tragga il miglior profitto: ad esempio, avete pensato alla spedizione (nel caso di un prodotto)? Ha dei costi che neppure vi immaginate, se è la prima volta che vi approcciate.
E ancora, come è organizzato il Customer Care? Artigianalmente, provate ad “arrangiarvi”? Un motto molto efficace a riguardo dice “If you pay peanuts, you get monkeys” ossia “se paghi noccioline, otterrai delle scimmie”: i business (e le persone) di valore, costano. La pena di sottovalutare questo aspetto equivale ad ottenere dei risultati scadenti.
E, in ogni caso, avete un gestionale che tenga traccia di tutto? Non vi illudete: non potete farne a meno, chi lo fa si troverà talmente ingarbugliato da non saper neanche da che parte doversi riorganizzare.

WebMarketing per Società

In buona sostanza, se siete interessati ad utilizzare il WebMarketing per la vostra Società ma non avete ancora le idee chiare a riguardo, interpellateci senza alcun impegno da parte vostra: lo faremo gratuitamente. Certo, avete capito bene, gratis. Ma non perché siamo dei santi: lo faremo perché se, in seguito, avrete effettivamente il desiderio di effettuare almeno un test, allora ci guadagneremo entrambi.
Ci chiamiamo Revenue (il Revenue Management è il “ritorno sull’investimento”) proprio per questo: se riteniamo che, col nostro aiuto, potrete guadagnare, allora intraprenderemo questa attività insieme, viceversa nulla. Per partire, ad esempio, potremo dirvi la nostra – e siamo da più di 20 anni a fare WebMarketing per Società, professionisti, Aziende di ogni grandezza – e farvi capire cosa sia meglio fare almeno per iniziare. Ogni marcia inizia con un piccolo passo? Ecco, iniziate a venirci incontro (→ Contatti) e vedremo come fare insieme questa camminata.

Leave a Reply


Your email address will not be published. Required fields are marked *